Una nuova generazione di stilisti italiani

Una nuova generazione di stilisti ha calcato la scena delle recenti passerelle internazionali.  Bravi e intraprendenti, ma privi di un sistema che li sostenga

Nella foto da sinistra Gabriele Colangelo, Silvio Betterelli e Marco De Vincenzo

Milano 11 Ottobre 2011

Atavico e quasi insormontabile il “problemuccio” italiano delcambio generazionale. È una questione squisitamente tricolore. La vecchia guardia non molla il comando o – se vogliamo dirla in modo più folcloristico – non scolla il suo sedere dalla seggiola.

È vero che adesso l’età pensionabile portata molto più in là non aiuta l’avvicendamento, ma è altrettanto vero che nello Stivale i vecchi capitani non hanno dimostrato nel corso degli ultimi decenni di avere a cuore le nuove leve. Prendiamo un settore che seguiamo da vicino: la moda. In Italia, non si usa allevare talenti e neanche scovarli. Le scuole non preparano in modo adeguato, non sono sufficientemente legate alle aziende e hanno rette molto alte.

Il Sistema Paese non sostiene le nuove leve, contrariamente a quanto avviene a Londra e Parigi, dove invece sono proprio le generazioni emergenti a immettere nuovo carburante nel motore del fashion system. E infattiLondra ha un grande appeal, sia nel design che nella moda, proprio grazie alle avanguardie creative che sperimentano su vestiti, oggetti, accessori con grande libertà, ma anche grazie ad una rete pubblica che li promuove e li sostiene.  Il Governo inglese crede e promuove l’industria creativa del paese.

Altrettanto succede a Parigi, dove abbondano vecchi marchi, decenni fa molto gloriosi, poi entrati in letargo e che ormai da un decennio sono stati tolti dal loro torpore e affidati  alla creatività di giovani talenti. La ricetta è di quelle che funzionano: il fascino dei vecchi archivi delle maison di moda e la grinta dirompente delle nuove generazioni di creativi.

E che Parigi nutra le nuove generazioni lo dimostra il fatto che  molti dei nuovi stilisti italiani hanno avuto successo proprio all’ombra della Torre Eiffel: Giambattista Valli, uno degli interpreti internazionali più accreditati della couture, ha avuto successo proprio nella Ville Lumiere, dove anni fa cominciò come delfino di Ungaro. Sempre Parigi ha catturato due altri nomi di primo piano dello stile internazionale: Riccardo Tisci alla guida di Givenchy che fa capo a Lvmh e Stefano Pilati che da diversi anni guida Yves Saint Laurent, che fa capo al gruppo del lusso di Pinault.

Ma anche all’ombra del Duomo, con grande fatica,  si sta consolidando una generazione di “nuovi italiani“ della moda di cui il sistema nostrano ha tanto bisogno. Alcuni già noti da anni, ma ancora mediaticamente non così conosciuti come meriterebbero: Francesco ScognamiglioAlbinoAquilano e Rimondi. Altri meno affermati come Gabriele Colangelo e Marco de Vincenzo, altri ancora che hanno esordito per la prima volta in passerella come Silvio Betterelli. Un’ondata di nuovi talenti che include anche stilisti che italiani non sono ma che qui hanno trovato la loro patria professionale, come Umit Benan, il nuovo direttore creativo di Trussardi.

Rimane il fatto che è sempre più difficile, soprattutto per gli stilisti più giovani e meno consolidati trovare un’azienda che produca la propria collezione, un bravo distributore che creda in loro e abbia voglia di investire per due o tre stagioni, o di un Armani che voglia aiutare la sua Milano a far crescere una nuova generazione di creativi forti, di un sistema pubblico che li appoggi e privati che investano su di loro.

(Rosa Tessa)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...